25/09/12

Cote de Nacre, D-Day


 (American Military Cemetery and Memorial)
Lasciamo Le Havre e ci dirigiamo verso la Manche passando da spiaggie storicamente molto importanti, le spiagge del D-Day dove, all'alba del 6 giugno 1944, sbarcarono migliaia di soldati americani, inglesi e canadesi.
Quello che resta di questo tragico pezzo di storia lo si può ammirare lungo la costa, sui punti di sbarco chiamati in codice: Sword, Juno, Gold, Omaha e Utah.
Purtroppo il nostro itinerario si abbrevia perchè ci aspetta un bel po' di km di strada da percorrere e non vogliamo fare tardi al check in del prossimo albergo.

Omaha Beach:
In questo punto di sbarco ebbe luogo lo scontro più violento, al nostro arrivo la prima cosa che vediamo è l'American Military Cemetery and Memorial che commemora 9.386 americani caduti e 1557 soldati dispersi.
Prima di entrare nel cimitero vero e proprio è possibile una visita al centro visitatori, accompagnato dal filmato letters (basato sulla corrispondenza tra soldati e familiari) dove si possono trovare cimeli e oggetti personali dei soldati.. Nella stanza accanto una voce elenca nomi di soldati caduti.
Dopo la visita una veloce passeggiata sulla costa dove possiamo ammirare monumenti e postazioni tedesche ancora intatte.
 (Les Braves, The wings of Hope; Rise, Freedom!; The Wings of Fraternity)
(alcune tracce dello sbarco che si incontrano lungo le spiagge)

Utah Beach:
Tagliando la parte inglese e canadese ci avviamo verso Utah beach, l'altro punto di sbarco americano, anche qui troviamo lo stesso paesaggio di spiaggia costeggiata da crinali erbosi e collinette dove sono ancora visibili: segni della battaglia, mitragliatrici, bunker, ecc.
Dopodichè entriamo nel museo.
Non ci facciamo guidare da indicazioni e suggerimenti, per cui vaghiamo un po' alla cieca, interessante la parte dedicata agli effetti personali come bottiglie, set da barba e sigarette, e ai veicoli originali.

Nessun commento:

Posta un commento

thanks for comment! ❤